';

Pigato

VITIGNO NON AROMATICO A BACCA BIANCA
Pigato_ramoino-768x1024
  • Cenni storici: il nome deriva dalle “pighe” macchie scure che compaiono sulgli acini maturi. le prime attestazioni attendibili della presenza del pigato in liguria risalgono all’800. Oggi coltivato nelle province di savona ed imperia
  • Grappolo: medio, abbastanza compatto, conico, a volte alato, acino medio, colore giallo-oro, buccia abbastanza spessa. Maturazione a settembre, inoltrato nelle zone più lontane dalla costa.
  • Vinificazione: in bianco, secco. Si ottiene un vino di colore paglierino, anche con riflessi dorati. Profumo ampio, fruttato. Sapore fruttato di pesca gialla, salvia e miele, morbido, di buon corpo. Anche passito.
  • Denominazione di riferimento: DOC Riviera Ligure di Ponente