[vc_row][vc_column][vc_single_image image=”20356″ img_size=”large” alignment=”center” css=”.vc_custom_1544023679485{border-radius: 1px !important;}”][/vc_column][/vc_row][vc_row][vc_column][dfd_spacer screen_wide_resolution=”1280″ screen_wide_spacer_size=”30″ screen_normal_resolution=”1024″ screen_tablet_resolution=”800″ screen_mobile_resolution=”480″ screen_normal_spacer_size=”30″ screen_tablet_spacer_size=”20″ screen_mobile_spacer_size=”20″][vc_column_text]

Inauguriamo oggi la nuova rubrica dedicata ai nostri preziosi sponsor. Avere al nostro fianco il supporto e l’impegno di istituzioni ed imprese del territorio è infatti di cruciale importanza per l’attività di promozione di Vite in Riviera, volta alla valorizzazione del Ponente Ligure e dei suoi ottimi prodotti.

Iniziamo a raccontarvi di più sull’azienda DIAM, leader nella produzione dei tappi di sughero, che abbina prodotti naturali e altissima tecnologia per assicurare e garantire la conservazione di vini in bottiglia fino oltre 30 anni, escludendo ogni rischio di TCA (quando si dice “sa di tappo”) e altri sentori sgradevoli.

Anche se il pubblico dei consumatori finali per la maggior parte ignora o sottovaluta l’importanza di capsule e chiusure, per sigillare una bottiglia di pregio, affinché si mantenga tale, è necessario un tappo di pari qualità.

Nonostante la grande distribuzione ci stia abituando ad una sempre maggior familiarità verso prodotti sintetici e capsule a vite, quello di sughero rimane il tappo migliore: esso infatti rappresenta l’ultimo atto enologico del viticoltore e deve permettere che il prodotto evolva correttamente in bottiglia durante l’intero arco dell’invecchiamento, rispettando il profilo aromatico che gli si è voluto dare in origine. 

[/vc_column_text][dfd_spacer screen_wide_resolution=”1280″ screen_wide_spacer_size=”30″ screen_normal_resolution=”1024″ screen_tablet_resolution=”800″ screen_mobile_resolution=”480″ screen_normal_spacer_size=”30″ screen_tablet_spacer_size=”20″ screen_mobile_spacer_size=”20″][dfd_heading module_animation=”transition.expandIn” enable_delimiter=”” subtitle_google_fonts=”yes” subtitle_custom_fonts=”font_family:PT%20Sans%3Aregular%2Citalic%2C700%2C700italic|font_style:400%20regular%3A400%3Anormal” style=”style_05″ title_font_options=”tag:h2|font_size:23|color:%235a9cb1|line_height:30|letter_spacing:0″ subtitle_font_options=”tag:h2|font_size:16|letter_spacing:2|font_style_bold:1″]

«Un tappo di sughero al servizio del vostro vino.»

[/dfd_heading][dfd_spacer screen_wide_resolution=”1280″ screen_wide_spacer_size=”30″ screen_normal_resolution=”1024″ screen_tablet_resolution=”800″ screen_mobile_resolution=”480″ screen_normal_spacer_size=”30″ screen_tablet_spacer_size=”20″ screen_mobile_spacer_size=”20″][vc_single_image image=”20354″ img_size=”large” alignment=”center” css=”.vc_custom_1544023404506{border-radius: 1px !important;}”][dfd_spacer screen_wide_resolution=”1280″ screen_wide_spacer_size=”30″ screen_normal_resolution=”1024″ screen_tablet_resolution=”800″ screen_mobile_resolution=”480″ screen_normal_spacer_size=”30″ screen_tablet_spacer_size=”20″ screen_mobile_spacer_size=”20″][vc_column_text]

La filiera DIAM parte dal principio, con la raccolta effettuata tradizionalmente a mano su 25.000 ettari di coltivazione. Dopo la fase di essicazione, il sughero grezzo viene lavato in acqua bollente, quindi triturato e vagliato attentamente, andandone a conservare solo il fiore e cioè la parte più nobile della corteccia.

In seguito, con l’aggiunta di acqua e un legante, l’impasto viene versato negli stampi e successivamente cotto. Infine, dopo le rifiniture, le teste e il corpo dei tappi sono pronti per essere personalizzati dai simboli delle cantine, potendo così andare a sigillare le bottiglie di produttori sparsi in più di 55 paesi nel Mondo.

[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row]

EnglishItaliano